Venerdì 4 agosto la Filcams-Cgil scende in piazza per i lavoratori stagionali

PISA – LA FILCAMS-CGIL DI PISA RINNOVA PER IL TERZO ANNO L’APPUNTAMENTO SUL LITORALE PISANO PER DARE VOCE E VISIBILITA’ A QUELL’ ESERCITO DI LAVORATORI STAGIONALI (BAGNINI, BARISTI,ANIMATORI, CAMERIERI, CUOCHI, ETC) CHE OGNI ANNO ALLIETANO LE VACANZE DEGLI ITALIANI, E NON SOLO, E DELLE CUI CONDIZIONI DI LAVORO SI PARLA ASSAI POCO.

E’ PREVISTA PER IL 4 AGOSTO UNA GIORNATA DI VOLANTINAGGIO E DISTRIBUZIONE DI MATERIALE INFORMATIVO SULLE SPIAGGE DEL LITORALE DI TIRRENIA E MARINA DI PISA, PARTENDO DAL BAGNO DEGLI AMERICANI DI TIRRENIA CHE ANCHE QUEST’ANNO HA FATTO DA OSPITE ALL’ INIZIATIVA.

“VOGLIAMO CON QUESTA NUOVA CAMPAGNA -DICHIARA CATERINA BALLANTI, SEGRETARIA GENERALE DELLA FILCAMS-CGIL PISANA- RIACCENDERE I RIFLETTORI SULLA SITUAZIONE DI CRESCENTE PRECARIETA’ ED TALVOLTA IRREGOLARITA’ DEL COMPARTO TURISTICO, NON SOLO STAGIONALE , ANCHE SE E’ PROPRIO DURANTE LA STAGIONE ESTIVA CHE SONO MAGGIORMENTE EVIDENTI (PER IL MOLTIPLICARSI DEGLI ADDETTI) LE DISTORSIONI DEL SETTORE.IL NOSTRO OBIETTIVO PRINCIPALE CONTINUA AD ESSERE QUELLO DI PROMUOVERE INFORMAZIONE E CONSAPEVOLEZZA TRA I LAVORATORI SUI PROPRI DIRITTI , PER TENTARE ANCHE DI SCARDINARE IL PRECONCETTO DIFFUSO CHE IL LAVORO OGGI E’ UN PRIVILEGIO E NON UN DIRITTO. ​LE CRITICITA’ PER I LAVORATORI DEL COMPARTO SONO PEGGIORATE CON GLI INTERVENTI NORMATIVI SUL MERCATO DEL LAVORO DEGLI ULTIMI ANNI.

SI ASSISTE SEMPRE PIU’ FREQUENTEMENTE, ANCHE SUL NOSTRO TERRITORIO, A PROCESSI DI ESTERNALIZZAZIONE DI SERVIZI DI ATTIVITA’ ALBERGHIERE E DELLA RISTORAZIONE, ANCHE BALNEARE, CHE HANNO LA FINALITA’ DI ABBATTERE IL COSTO DEL LAVORO IN TERMINI DI TENUTA OCCUPAZIONALE , SALARIO E DIRITTI , CON L APPLICAZIONE TALVOLTA DI CONTRATTI COLLETTIVI “PIRATA” SOTTOSCRITTI DA SINDACATI DI COMODO, CON CONDIZIONI DI LAVORO CHE RASENTANO IL COTTIMO, CON L’INOSSERVANZA DELLE NORMATIVE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA , CON LAVORO NERO O GRIGIO CHE RITENIAMO ESSERE DILAGANTE SOPRATUTTO NEI PUBBLICI ESERCIZI .

​E LA REINTRODUZIONE DEI VOUCHER DA PARTE DEL GOVERNO ATTRAVERSO LA CD.MANOVRINA CORRETTIVA ALLA LEGGE DI BILANCIO, RISCHIA DI AGGRAVARE ULTERIORMENTE IL QUADRO, CONTRIBUENDO A FAR MASCHERARE PRESTAZIONI CHE DI OCCASIONALE HANNO BENE POCO, TRATTANDOSI SPESSO IN REALTA’ DI PRESTAZIONI DI LAVORO CONTINUATIVE E SUBORDINATE .

NOI RITENIAMO CHE I DATI DEL 2016 SULL’ABUSO DI QUESTO STRUMENTO NEL TURISMO, (I 22 MILIONI DI VOUCHER VENDUTI) CHE PER IL 48% HANNO RIGUARDATO I GIOVANI, NON SARANNO SUPERATI DAL NUOVO STRUMENTO INTRODOTTO . PUO’ AVER CAMBIATO PURE IL NOME “PRESTO” O “CPO” (CONTRATTO PRESTAZIONE OCCASIONALE) MA LA SOSTANZA NON CAMBIA.

IL RISCHIO E’ CHE ASSISTEREMO ANCHE QUEST’ANNO AD UN VERO E PROPRIO BOOM DI QUESTA FORMA ESTREMA DI PRECARIETA’ RITAGLIATA AD ARTE PER LA TIPOLOGIA DI AZIENDA CHE CARATTERIZZA IL SETTORE .
QUELLO CHE CONTINUA A PASSARE CHE E’ MEGLIO COSI’ CHE NIENTE E CHE LE IMPRESE NON HANNO SCELTA !!!
MA L’ALTERNATIVA C’E’ E PASSA ATTRAVERSO IL RICONOSCIMENTO DEL VALORE E DELLA DIGNITA’ DEL LAVORO, PASSA DAL RISPETTO DI QUANTO PREVISTO DALL’ART.1 E DALL’ART.36 DELLA NOSTRA COSTITUZIONE . GLI STRUMENTI PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI FLESSIBILITA’ DELLE AZIENDE CI SONO , SONO QUELLI PREVISTI DAL CCNL DEL TURISMO, SONO PREVISTE DALLA LEGGE (CONTRATTI A TERMINE, CONTRATTI STAGIONALI, CONTRATTI DI SOMMINISTRAZIONE) E SONO PREVISTI DALLA PROPOSTA DI LEGGE “LA CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI DEL LAVORO” DELLA CGIL INCARDINATA DA QUALE MESE IN PARLAMENTO.

C’E’ LA NECESSITA’ ED URGENZA DI FARE SISTEMA ,TRA ISTITUZIONI, SERVIZI ISPETTIVI, ASSOCIAZIONI DATORIALI ED ORGANIZZAZIONI SINDACALI SE DAVVERO SI VUOLE CON COERENZA VALORIZZARE E INNOVARE IL COMPARTO DEL TURISMO CHE DA SOLO RAPPRESENTA L’11% DEL PIL NAZIONALE., PERCHE’ QUESTO NON PUO’ CHE PASSARE DALLA RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL LAVORO E DELLE PROFESSIONALITA’ “.

By