Venerdì al Centro di San Michele degli Scalzi Comune e Coni premiano il meglio dello sport pisano

PSA – Il meglio dello sport pisano, campioni d’Italia e detentori di titoli internazionali che hanno il “difetto” di praticare discipline anche diffuse ma che raramente conquistano le luci della ribalta.

E’ quello che sarà festeggiato e celebrato venerdi pomeriggio (13 dicembre) alle 17 nella bella cornice del Centro di San Michele degli Scalzi nel corso dell’ormai tradizionale cerimonia voluta dall’amministrazione comunale e dal Coni provinciale (in collaborazione con le federazioni, le discipline sportive associate e gli enti di promozione, ma anche le associazioni benemerite e il Comitato comunale dello sport) proprio per celebrare gli atleti nati e cresciuti sportivamente all’ombra della Torre che si sono distinti in modo particolare negli ultimi anni nelle rispettive discipline.

Una festa che comincerà con «un omaggio dovuto Graziano Cusin, persona che allo sport ha dedicato passione ed energie straordinarie prima come atleta e poi in qualità di allenatore, dirigente e, infine, presidente del Comitato provinciale del Coni di Pisa e quindi ci è parso doveroso cominciare proprio ricordando la sua figura dato che per la prima volta dopo moltissime edizioni quest’anno la festa si svolgerà senza la sua presenza», ha sottolineato l’Assessore comunale allo sport Salvatore Sanzo aprendo la conferenza stampa di presentazione dell’evento. «Cusin – ha proseguito il Delegato provinciale del Coni Giuliano Pizzanelli – ha dato moltissimo allo sport del nostro territorio e sempre facendo in modo che l’impegno profuso sui campi da gioco e sulle strade, nelle palestre e negli stadi fosse sempre visto anche come un’occasione di incontro e crescita culturale, facendo in modo che sport da una parte e cultura, inclusione e solidarietà dall’altra fossero sempre due facce della stessa medaglia».

La premiazione vera e propria si aprirà con la consegna delle “stelle al merito sportivo”, il più alto riconoscimento previsto dal Coni, che saranno assegnate a Francesco Gullotti, parà della Folgore di Pisa e medaglia d’oro a squadre ai mondiali del 2010 nel paracadutismo sportivo di precisione e Gabriele Luschi, presidente della gloriosa Canottieri “Pietro Cavallini” di Calcinaia per i prestigiosi risultati sportivi ottenuti negli ultimi anni. Successivamente ci sarà la proclamazione dei “testimonial” dello sport pisano per il 2014, cinque atleti che nel corso dell’anno si sono messi particolarmente in luce nelle rispettive discipline. Si tratta di Camilla Batini per la scherma (oro a squadre e argento individuale ai campionati italiani assoluti), Martina Chirico per l’hockey su prato (portiere titolare della nazionale italiana), Obou Delmas per l’atletica leggera (campione italiano nei cento metri), Eleonora Trivella per il canottaggio (capovoga e medaglia di bronzo con il 4 di coppia ai mondiali in Corea) e Armando Varini in rappresentanza del Comitato paraolimpico (pluricampione nei 500, 1000 e 5000 metri nella categoria master di canoa e kayak).

Nel corso della cerimonia, però, saranno assegnati riconoscimenti anche ad altri 31 atleti (14 ragazze e 17 ragazzi) che hanno onorato con titoli e risultati di prestigio lo sport pisano in campo nazionale e internazionale: è il caso, fra gli altri, di Daniele Meucci (quest’anno primo tra gli europei alla maratona di New York), Chiara Cini (oro a squadre ai campionati europei e bronzo individuale agli Europei “under 23”) e Andrea Bongiorni (arbitro di basket che ad appena 22 anni e passato in Dna e Gold, la seconda delle sette categorie in cui è organizzata l’associazione degli arbitri di pallacanestro).

Le premiazioni, ovviamente, coinvolgeranno anche gli enti di promozione e le discipline associate con importanti riconoscimenti a chi s’impegna dietro le quinte per favorire l’incontro e la conoscenza fra tanti giovani attraverso lo sport e anche le figure significative dell’Unione dei Veterani Sportivi e del Panathlon, due associazioni sempre presenti e attive in città con iniziative volte a promuovere i valori più autentici dell’attività sportiva.

20131211-235315.jpg

By