Venerdi al Royal Victoria Hotel Italia Nostra parla del Palazzo della Sapienza

PISA – La Sezione di Pisa di “Italia Nostra” riprende le attività per l’anno 2015, dopo l’immatura scomparsa del Presidente, ing. Giuseppe Macchi, figura indimenticabile dell’associazionismo pisano e regionale.

La Sapienza di Pisa
La Sapienza di Pisa

Primo appuntamento, la conferenza dal titolo “Palazzo della Sapienza: dall’edificazione medicea al rinnovamento novecentesco” tenuta dalla Prof.ssa Ewa Karwacka Codini, che avrà luogo Venerdì 6 febbraio 2015 alle ore 17.30 presso il Royal Victoria Hotel in Lungarno Pacinotti, 12, sede della Sezione. L’iniziativa, aperta al pubblico, fa parte di un ciclo di incontri riguardante altre opere monumentali e d’arte significative. Con l’occasione verrà presentato il Programma di tutte le attività per il 2015 e sarà possibile, per chi lo desidera, aderire all’Associazione. “Italia Nostra”, a Pisa, è sempre stata caratterizzata da un’analisi approfondita e documentata e da uno stimolo costante per la tutela del patrimonio storico, artistico, culturale e ambientale. E’ stata stilata una lista dei beni da difendere nel territorio, divisa in una sezione relativa alle emergenze (lista rossa), una sezione relativa alle situazioni di degrado generiche (lista gialla) e una sezione (lista verde) con progetti di lungo periodo e ampio respiro. Nella lista rossa rientra, al primo posto, la situazione di degrado di Piazza del Duomo, patrimonio UNESCO dell’umanità, comprese le strade principali di accesso, Via S.Maria, Via Cardinal Maffi, Via Roma, Piazza Manin, invase da esercizi commerciali e da abusivi, che ostacolano il libero godimento delle prospettive della piazza. Ed inoltre: la salvaguardia dell’Ospedale dei Trovatelli, significativo esempio della cultura architettonica rinascimentale, unico nel suo genere a Pisa; il dimenticato Convento di Sant’Agostino di Nicosia a Calci, il Complesso di San Paolo all’Orto, cappella di Sant’Agata e chiesa di Sant’Antonio in Qualconia. Infine il ripristino dei platani e/o di qualche altra pianta sostitutiva sui viali scomparsi, Gabriele D’Annunzio e Statale del Brennero.

Nella lista gialla: “Architettura e natura: valorizzazione del patrimonio architettonico e naturalistico della tenuta di Tombolo”, contenente la proposta di creazione di un servizio di bike-sharing a S.Piero a Grado per raggiungere Marina, Tirrenia e Calambrone attraverso piste ciclabili, prima esecuzione di un ampio progetto su un territorio a forte rischio di perdita delle proprie caratteristiche storico-ambientali. Intervento sulla progettazione urbanistica dell’area Ex ospedale S.Chiara; tutela dell’Acquedotto Mediceo; recupero della Torre e del Bastione del Parlascio; valorizzazione del borgo di Mirteto, in collaborazione con la Sezione di Cascina.

By