Venerdì e sabato “Ci vediamo al DiperDi” al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance

POMARANCE – Il 15 e 16 marzo, al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance, Ci vediamo al DìperDì  – per la regia di Elisabetta Granara – chiuderà la Rassegna P.Arte da noi, il progetto teatrale low budget pensato in particolare per attrarre il pubblico giovane e per le scuole del territorio, alle quali sono state dedicate le repliche gratuite del sabato mattina previste nella programmazione. P.Arte da Noi ha vissuto all’insegna dell’innovazione e della condivisione, proponendo forme originali di partecipazione del pubblico. Tra queste ricordiamo il grande successo del “biglietto pagato dopo” o del “baratto all’ingresso”, e i partecipati dibattiti post-spettacolo. Metodi e momenti, tutti questi, che hanno fatto del Teatro uno spazio di reale crescita, vivo e piacevolmente vissuto. Dopo aver portato sul palco la coraggiosa storia di un ragazzo transessuale, dopo aver emozionato e divertito il pubblico con l’amicizia di Oscar e Jeanette in Mon Amour Mon Amie, P.Arte da Noi ospiterà Il Gruppo di Teatro Campestre per portare in scena una riflessione acuta ed ironica sulle abitudini alimentari e sul consumismo, con un lavoro vincitore del Concorso Teatropianeta 2012 e finalista al Premio Scintille 2012. Da un giorno all’altro il DìperDì, catena di supermercati che deteneva l’egemonia nel centro storico di Genova, ha cambiato nome, prendendone uno francese: Carrefour. Eppure, insegna a parte, nulla sembra essersi trasformato, tutti ancora lo chiamano DìperDì, le commesse e i prodotti mantengono i medesimi spazi e chi compra resta costantemente afflitto dalle file alle casse durante gli orari di punta e dai soliti dilemmi sull’acquisto. Le tre giovani protagoniste – B, C ed R – studentesse precarie, senza tregua cercano soluzioni alimentari ecologiche e sane, completamente catturate da raccolte punti, botteghe solidali e gruppi di acquisto. Perché scegliere cosa mangiare non è roba da poco: il nostro stesso benessere psico-fisico dipende dal cibo e questo, a sua volta, dipende da quello che possiamo permetterci di spendere. Ecco spuntare, allora, tra mestoli, padelle e posate, il tema del lavoro, che ci tocca, ci sconvolge e condiziona le nostre vite sotto ogni aspetto. Parallelamente all’osservazione sociale, lo spettacolo prevede un interessante approfondimento sul suono, prodotto in questo caso dal manipolare oggetti di uso comune. La musica della cucina: il rumore del pane sulla grattugia, lo sfrigolio del soffritto, i tintinnii delle stoviglie – accenni di quel ronzio dell’esistenza che non ci abbandona mai – sono rumori che apriranno porte nella memoria e nelle emozioni di ognuno. Ci vediamo al DìperDì è al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance, venerdì 15 marzo alle ore 21.30. Ingresso con biglietto di gradimento alla fine o scambio con alimenti e bibite da condividere. Replica gratuita per le scuole di Pomarance e Volterra sabato 16 marzo. Prenotazioni presso la biglietteria del Teatro il 14 marzo dalle 17 alle 19, oppure telefonando allo 0588.67510. Info www.officinepapage.it.

By