Verde urbano e manutenzioni a Pisa. Approvato il protocollo operativo per utilizzare lavoratori di pubblica utilità

PISA – La Giunta Comunale ha approvato il Protocollo operativo tra Comune di Pisa e Ufficio Distrettuale di Esecuzione Penale Esterna di Pisa, insieme ad Associazione ALETEIA e Associazione APAB, per la realizzazione del Progetto MEF, Mediazione, Attività Riparative e Formazione per Lavori di Pubblica Utilità.

Si tratta di un protocollo finalizzato a inserire lavoratori di pubblica utilità, ovvero persone sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria per le quali la pena prevede lo svolgimento di lavori a favore della comunità o di attività di tipo risarcitorio, all’interno di progetti elaborati dal Comune di Pisa per l’impiego nello svolgimento di piccole attività di manutenzione e di pulizia.

Il protocollo che abbiamo predisposto – spiega l’assessore Latrofa – ci permetterà di affiancare al personale delle ditte che lavorano per il Comune nell’ambito della manutenzione, i lavoratori di pubblica utilità, ovvero persone sottoposte a determinati provvedimenti dell’autorità giudiziaria, per svolgere lavori non retribuiti a favore della comunità. Applichiamo così a Pisa uno strumento innovativo previsto dalla legge, che consente di facilitare l’accesso a percorsi riparativi con obiettivi di rieducazione e responsabilizzazione per chi ha commesso piccoli reati, che va a tutto vantaggio del Comune. L’introduzione di questo protocollo vedrà queste persone impegnate in opere di manutenzione del verde e degli arredi urbani dopo una breve formazione, come ad esempio il taglio dell’erba, la sistemazione delle panchine, le opere di manutenzione nei parchi gioco. Nell’attivazione dei progetti ci riserviamo discrezionalità sulle tipologie di reato ammesse a partecipare, elaborando percorsi specifici in collaborazione con le associazioni che partecipano al protocollo”.

Per la nostra Amministrazione – conclude Latrofa –  si tratta un’opportunità importante che contiene una doppia valenza: da un lato facilitiamo e potenziamo l’accesso ai percorsi riparativi, in un’ottica di diminuzione della recidiva e di reintegrazione nella società, ma dall’altro lato diamo un supporto effettivo al personale impegnato nei vari lavori di manutenzione del verde, delle strade e dell’igiene urbana.

Le competenze per le quali saranno stipulate specifiche convenzioni con il Comune di Pisa riguardano le attività di igiene urbana e di raccolta dei rifiuti nel settore dell’Ambiente, la manutenzione di arredi urbani nell’ambito del Verde urbano, le attività di taglio dell’erba e di pulizia delle caditoie nel settore della manutenzione delle strade, le attività di piccola manutenzione degli edifici comunali, nella direzione dei Lavori Pubblici e infine attività sociali di varia natura, nel settore delle politiche Sociali.

Il protocollo operativo approvato dalla Giunta è stato redatto sulla base del Protocollo d’Intesa sottoscritto nel 2014 tra Ministero della Giustizia, Regione Toscana, Anci Toscana, Upi Toscana, Uncem Toscana, Tribunale di Sorveglianza di Firenze, Tribunale per i Minori di Firenze e Genova e facendo riferimento al Protocollo d’Intesa firmato nel 2017 per l’Attuazione del Progetto MEF tra Regione Toscana, Provveditorato Regionale dell’Amministrazione penitenziaria per la Toscana e l’Umbra, Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna della Toscana e dell’Umbria, Centro di Giustizia Minorile della Toscana e dell’Umbria, Associazione APAB, Associazione ALETEIA Studi e Ricerche Giustizia Riparativa e Mediazione, con riferimento anche al progetto “LIBERARE SPERANZE” finanziato dalla Regione Toscana con fondi europei.

By