Verso il ballottaggio. Veltroni e Gentiloni a sostegno di Andrea Serfogli

PISA – Una Piazza Vittorio Emanuele piena come non mai ha accolto la visita dell’ex Premier Paolo Gentiloni e dell’ex Sindaco di Roma, nonché esponente storico della Sinistra italiana Walter Veltroni, a sostegno della candidatura a Sindaco di Andrea Serfogli in vista del ballottaggio di domenica prossima 24 giugno.

di Giovanni Manenti

GUARDA IL VIDEO DI ANDREA SERFOGLI

Ed è lo stesso Andrea Serfogli ad aprire il comizio, con un caloroso ringraziamento al numeroso pubblico presente, cui ha fatto seguito una accalorata presa di posizione su quelli che possono essere i rischi cui la città andrebbe incontro qualora il ballottaggio dovesse vedere premiata una coalizione che non si può più considerare di centrodestra, ma che viceversa interpreta solo il pensiero leghista, vista la schiacciante maggioranza ottenuta da detto partito in occasione del primo turno elettorale.

Serfogli ha ribadito come con il suo programma elettorale, fatto di progetti concreti e non di frasi fatte e slogan pubblicitari. “Pisa potrà continuare a svolgere il proprio ruolo di città aperta a valori quali l’orientamento al sociale, l’assistenzialismo – grazie anche al lavoro delle varie associazioni che sono impegnate in tali settori – senza perdere di vista l’immenso patrimonio artistico, scientifico e culturale di cui Pisa è leader a livello non solo nazionale”.

“Il tutto – ha concluso Serfogli – in un’ottica di sviluppo e nel rispetto sia della Costituzione che delle leggi e delle regole che la governano, in particolar modo a tutela dei diritti sia costituzionali che civili di ogni essere umano, a partire dalla libertà di espressione e di culto, diritti che la destra dichiara con i propri slogan di voler calpestare”.

L’ex parlamentare Walter Veltroni, a sostegno della candidatura di Serfogli, ha inteso fare un elenco – forte della sua esperienza di Sindaco della Capitale – di quali siano le caratteristiche necessarie per svolgere con successo il mandato di primo cittadino, tutte qualità che egli riconosce fare parte dello skill di Serfogli, vale a dire in primo luogo l’onestà, poiché senza una tale dote non puoi essere credibile verso i cittadini, quindi l’esperienza e la competenza, anch’esse in possesso del Candidato Sindaco in virtù dei suoi pluriennali incarichi ricoperti nelle passate Amministrazioni comunali.

“Ma in più, ha ribadito Veltroni, c’è il compito principale a cui un Sindaco è chiamato, per il quale deve dotarsi di “ago e filo”, nel senso che deve essere abile e capace di “ricucire” quelle che sono le differenze di vedute ed i contrasti tra i Cittadini, in un’ottica di compartecipazione e non di divisione, poiché altrimenti la situazione generale rischierebbe di sfuggirgli di mano.

Un tema, caro anche a Veltroni, è stato poi ribadito con forza dall’ex Primo Ministro Paolo Gentiloni ed è quello del richiamo all’unità delle forze di sinistra in vista del ballottaggio di domenica prossima, facendo anche ammenda degli errori commessi in passato, comprendendo quello che può essere stato un voto di protesta al primo turno di consultazioni, come pure la decisione di non recarsi al seggio elettorale. Un chiaro riferimento, nello specifico della situazione di Pisa, è stato rivolto dell’elettorato del Movimento Cinque Stelle, facendo leva sul fatto che molti di loro non dovrebbero essere soddisfatti di come il voto delle elezioni politiche di inizio marzo si sia poi tradotto in una formazione di governo lontana da quella che era la loro intenzione, con conseguente, pressante invito a rivedere la loro posizione in vista del ballottaggio di domenica prossima, onde evitare che anche a Pisa la Lega abbia partita vinta, come sta succedendo a livello nazionale.

By