Verso Pisa-Perugia. Matteo Liviero: “Dovremo essere più concreti del Pisa per vincere”

PISA – Il posticipo di lunedi’ sera (ore 20.45) fra il Pisa ed il Perugia si sta avvicinando a grandi passi ed il risultato che puo’ scaturirne puo’ dare una svolta importante a questo campionato in chiave playoff. Abbiamo voluto sentire il parere del difensore della compagine umbra Matteo Liviero, scuola Juventus,e tra l’altro alla sua prima esperienza professionistica.

Matteo Liviero è un difensore esterno. E’ nato a Castelfranco Veneto (Treviso), il 13 aprile 1993, è alto cm.1,79 e pesa 72 kg.

Allora, Matteo, lunedi’ prossimo c’è questo posticipo fra Pisa e Perugia:con quale spirito affronterete questo incontro?

“Sicuramente verremo con uno spirito propositivo cercando da subito di attaccare i nostri avversari perche’ questa partita e’ molto importante per noi e poi veniamo da due vittorie e vogliamo confermare cio’ che abbiamo fatto di positivo fino ad ora”.

All’andata nella partita che il Pisa vinse a Perugia ci fu quello scontro di gioco con Busce’. puoi parlarcene?

“Si, ebbi questo scontro di gioco con lui, ma adesso è acqua passata e non ci penso piu’. Devo dire pero’ che da quell’episodio è nato un ottimo rapporto fra me e Busce’. Mi venne a trovare a Perugia, ci siamo sentiti anche questa settimana e prima della partita Busce’ mi vorra’ vedere e salutare”.

Matteo Liviero, difensore del Perugia

Illustraci le tue caratteristiche…

“Sono un difensore di fase offensiva, in passato ho fatto anche l’ala, cerco di applicare la fase difensiva spingendomi pero’ in avanti. Come  modulo difensivo non ho particolari preferenze. Il Perugia generalmente adotta il 4-3-3”.

Quali aspirazioni di carriera calcistica hai?

“Di arrivare piu in alto possibile applicandomi domenica dopo domenica e poi si vedra’ “. 

A Perugia come ti trovi?

“Bene, è il primo anno fra i professionisti ed e’ la prima volta che vivo in una casa da solo, visto che in passato vivevo nel collegio delle giovanili della Juventus. Mi sono ambientato bene con i compagni con la societa’ e con la citta’”.

Cosa temete del Pisa?

“Della squadra del Pisa temiamo la loro concretezza, che gia’ abbiamo saggiato nella partita di andata, quando ebbero meno occasioni di noi, ma seppere sfruttarle bene e questo ci deve far riflettere,pero’ con la forza del nostro collettivo possiano fermare le loro valide individualita’”.

Chi conosci della squadra nerazzurra?

“Conosco Andrea Barberis, con il quale ero anche in camera insieme, quando ho partecipato con lui ad uno stage della Nazionale giovanile”.

Puoi dare un giudizio sulla parte alta di questo campionato in chiave primato e playoff?

“A mio avviso saranno parecchie le squadre in lotta fino alla finesi. Il Latina in questo momento e’ avanti a tutti, pero’,secondo me e’ tutto ancora da decidere ed i giochi sono aperti”

By