Vertenza Sequi: la mediazione del Prefetto fa rientrare le azioni sindacali

PISA – Negli ultimi mesi si stanno verificando sempre più frequentemente controversie sindacali nelle prestazioni essenziali che sfociano nella richiesta al Prefetto di avvio della “procedura di raffreddamento” del conflitto.

Oggi è stato affrontato il quarto caso ed anche in questa circostanza la mediazione svolta dal Prefetto Francesco Tagliente è servita per scongiurare problemi nei servizi essenziali.

L’odierna riunione era stata richiesta dalla Filt/Cgil provinciale dopo la proclamazione dello stato di agitazione del personale della Autolinee Sequi S.a.s., originato dalla mancata definizione di diverse problematiche relative alla richiesta di maggior tutela dei diritti dei lavoratori da parte del sindacato.

All’incontro hanno partecipato: Stefano Sequi della Autolinee Sequi S.a.s., accompagnato dall’ing. Giuseppe Taddei; Antonio Mazza della Segreteria provinciale Filt/Cgil Pisa e Andrea Pettini, delegato RSA di Filt/Cgil Pisa, oltre al Capo di Gabinetto, Viceprefetto Flavio Ferdani e al Vice Capo di Gabinetto, Viceprefetto Aggiunto Maria Paola Suppa.

Il Prefetto, nel tentativo di pervenire ad una soluzione conciliativa della vertenza, ha invitato le parti all’esposizione e al confronto circa le reciproche posizioni.

Il Segretario provinciale Filt/Cgil ha illustrato le richieste dei dipendenti e la Società Sequi, dopo una decisiva mediazione del Prefetto, ha dichiarato la disponibilità a venire incontro a parte delle richieste. Il sindacato ha deciso, pertanto, di far rientrare l’agitazione sindacale, sospendendo la procedura di mobilitazione.

You may also like

By