Vertice Comune-Regione-Provincia sulla Bassilichi. Forte: “Ci aspettiamo una permanenza sul territorio”

PISA – Vertice in Regione sul futuro dello stabilimento Bassilichi di Pisa. Gianfranco Simoncini, consulente per il lavoro del presidente della Regione Enrico Rossi, ha incontrato il responsabile risorse umane della Bassilichi Stefano Rogai insieme ai rappresentanti di Comune e Provincia di Pisa, Giuseppe Forte, assessore comunale con delega al lavoro, e Gabriele Toti, consigliere provinciale con delega alla difesa del lavoro.

La Regione ha riportato al rappresentante dell’azienda le istanze dei lavoratori, chiedendo l’apertura di un confronto sindacale e ribadendo come prioritaria la salvaguardia dei livelli occupazionali. Comune e Provincia hanno chiesto nuovamente che Bassilichi mantenga la propria attività su Pisa, hanno offerto la massima disponibilità a seguire il confronto tra organizzazioni sindacali e azienda ed hanno messo a disposizione le loro sedi per un eventuale tavolo.

L’azienda, pur ribadendo la volontà di procedere con la razionalizzazione delle proprie sedi e di andare avanti nella chiusura della sede di Pisa, si è detta disponibile all’apertura di un confronto con le organizzazioni sindacali, ribadendo il proprio impegno a mantenere inalterati i livelli occupazionali non prevedendo in alcun modo licenziamenti e cercando tutte le soluzioni possibili per alleviare i disagi dei lavoratori. Bassilichi ha inoltre sottolineato la propria volontà di mantenere un rapporto con la realtà pisana, in particolare con l’Università. L’incontro si è concluso con l’impegno ad avviare in tempi brevi la trattativa con le organizzazioni sindacali. Regione, Provincia e Comune hanno inoltre ribadito la loro disponibilità ad avviare anche tavoli di confronto istituzionale se ne presentasse la necessità

«Ci aspettiamo dall’apertura del confronto tra azienda e sindacati in merito alla riorganizzazione delle sedi Bassilichi attenzione, come già dimostrato in questi anni, alle problematiche e alle esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori e la possibilità che da questo confronto, anche difficile sulle necessità di riorganizzazione aziendale, ci possa essere un margine per una permanenza sul territorio dell’azienda» così l’assessore al lavoro e alle attività produttive del Comune di Pisa Giuseppe Forte. Nei prossimi giorni infatti Azienda e sindacati si ritroveranno a parlare del tema delle riorganizzazione delle sedi, quello che è stato chiesto dalle istituzioni è anche di non avere la data del 31 ottobre come termine ultimo per il confronto (il 31 ottobre sarebbe la data prevista per la chiusura della sede pisana). «Ribadisco che il comune di Pisa è aperto a forme di collaborazione e supporto di idee progettuali, lo abbiamo fatto e lo facciamo con molte imprese, proponendoci come città reale della sperimentazione e dell’innovazione»

By