Via Santa Maria e Piazza Cavallotti: su il sipario

PISA – Via Santa Maria e Piazza Cavallotti sono pronte: si è aperto il sipario sul cantiere che ha cambiato radicalmente una delle strade più importanti di collegamento tra piazza dei Miracoli e il centro storico cittadino.

image

Oggi pomeriggio, mercoledì 29 luglio, smontata la parte finale del cantiere Piazza Cavallotti e’ stata subito presa d’assalto da pisani e turisti

«La nuova piazza e la via Santa Maria completamente rifatte e bellissime cambiano la città nel suo affaccio alla Torre pendente – commenta il sindaco di Pisa Marco Filippeschi – Prima c’era imbarazzo a vedere l’incoerenza e il disordine. Oggi c’è giusto orgoglio per Pisa. Inoltre le attività turistiche avranno vantaggi. Si tratta di tanti posti di lavoro. Com’è avvenuto con Corso Italia lastricato. Ora per completare l’opera dobbiamo congiungere il percorso pedonale a piazza dei Cavalieri. Una delle piazze più belle anche grazie alla nuova pavimentazione. Lo faremo di certo, ma il più è già fatto. Fatto in modo collaborativo con residenti e operatori in un impegnativo percorso partecipativo».

image

Via Santa Maria lastricata – Ai lati le antiche lastre dei precedenti marciapiede, opportunamente tagliate e adattate alle necessità della nuova superficie stradale, in mezzo la nuova pavimentazione realizzata utilizzando la pregiatissima pietra di Matraia, conosciuta in tutto il mondo per le sue caratteristiche estetiche e proprietà di resistenza. E, come già avvenuto con la lastricatura di Corso Italia, è stato pareggiato il livello della strada e del marciapiede, rendendo la via e l’accesso alle attività commerciali più agevole per i diversamente abili

Anche Piazza Cavallotti si è trasformata: «un’area a verde riqualificata che diventa protagonista del percorso pedonale che da piazza dei Miracoli porta a piazza dei Cavalieri per poi proseguire in via Dini fino a Borgo» dice il vicesindaco e assessore al turismo Paolo Ghezzi. La piazza è più grande e più verde, è cambiato il percorso pedonale interno per invogliare pisani e turisti che arrivano da via Santa Maria a passare attraverso la piazza invece che costeggiarla come avveniva prima. I cedri del Libano sono i protagonisti e da due sono diventati tre.

image

Il tutto per un investimento complessivo di circa 1,5 milioni di euro (768mila provenienti dalla Regione e 732mila dall’amministrazione comunale). I lavori sono stati eseguiti da Avr su progetto dell’architetto Roberto Pasqualetti

Decoro, arredo urbano e facciate dei palazzi – Insieme all’intervento di lastricatura, il Comune ha messo in atto una strategia per accrescere il livello di qualità estetica, decoro, salvaguardia e miglioramento del patrimonio edilizio esistente coinvolgendo attività commerciali e privati. Insegne e tende ora seguono una logica estetica. Grazie all’interramento delle linee eseguito da Enel, dalle facciate dei palazzi storici sono stati eliminati l’80% dei cavi elettrici. Sono stati installati inoltre i nuovi cestini sospesi predisposti per la raccolta differenziata. Posizionate nuove panchine e una nuova fontana. Le vecchie padelle dell’illuminazione pubblica, agganciate ai palazzi con cavi sospesi, sono state sostituite con nuove e più gradevoli lanterne.

image

Lavori per il quartiere: sottoservizi, fognatura nera e via Boschi – Prima dell’intervento di lastricatura, in via Santa Maria sono stati effettuati i lavori ai sottoservizi. Lavori eseguiti anche in via dei Mille, via Boschi e via della Faggiola con la realizzazione della fognatura nera. «Via Boschi sarà riasfaltata a settembre, e a sempre a settembre installeremo la videosorveglianza – spiega l’assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli – mentre per via Dei Mille e via Corsica c’è il progetto della lastricatura per il quale il Comune ha chiesto un finanziamento regionale come per via Santa Maria». Soddisfazione per la realizzazione anche da parte di Federica Ciardelli, presidente del Consiglio Territoriale di Partecipazione 6: «la bellezza della piazza riqualificata parla da sola»

You may also like

By