Viaggio nel cambiamento della città. Presentato il catalogo della mostra “Pisa at Work”

PISA – E’ stato presentato mercoledì 24 gennaio, nella Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, il catalogo della mostra “Pisa at Work”, alla presenza dell’architetto Roberto Pasqualetti, curatore della mostra, di Andrea Serfogli, assessore ai lavori pubblici; di Ylenia Zambito, assessore all’urbanistica e politiche abitative e del Sindaco Marco Filippeschi.

Il catalogo di Pisa at Work è un vero e proprio viaggio nei cambiamenti di cui la città è stata protagonista nel decennio 2008/2018 e vuole fare il punto della situazione mettendo in mostra i progetti, i lavori in corso e quelli terminati. Pasqualetti ha parlato di questo catalogo come di un libro concepito come un viaggio. Infatti, al suo interno, si possono trovare ben 7 itinerari diversi, ciascuno dei quali con le sue caratteristiche, i suoi monumenti e gli interventi in corso o conclusi. Il libro è un’illustrazione guidata di questi percorsi”.

L’assessore Andrea Serfogli ha aggiunto: “In questi anni la città è cambiata, si è trasformata, tante delle idee e visioni iniziali hanno trovato concretezza e ne siamo contenti. Ci siamo impegnati per avere progetti coerenti e la capacità di attrarre risorse e finanziamenti. E’ importante sottolineare inoltre che tutti gli investimenti fatti in questi anni, sono stati fatti in tempo di crisi, e quindi in controtendenza. Nella mostra sotto le Logge e nel catalogo ci sono anche progetti in prospettiva per la città di domani”. Serfogli ha ricordato inoltre dei grandi progetti come il recupero delle mura, la mobilità ciclabile che collegherà Pisa centro al mare, la pavimentazione di aree al centro dell’attenzione come Piazza dei Cavalieri e Corso Italia, il restauro degli Arsenali Repubblicani e l’impegno verso l’edilizia sociale.

Ylenia Zambito ha parlato invece della strategia urbanistica che ha portato alla riqualificazione di molte aree e alla riduzione del consumo di suolo, con sempre un occhio di riguardo verso i quartieri. Infatti, sin da subito c’è stata una grande attenzione per i quartieri, per “ricucirli” tra di loro, per avere un progetto specifico per ogni quartiere legato alle sue particolarità. Essere quindi pronti, avere un progetto ben definito per ogni quartiere per poter usufruire dei finanziamenti – sia regionali, che nazionali, che europei – al momento opportuno: «l’idea deve esserci già in anticipo, cosi che all’uscita di un bando ci sia già un progetto valido. Inoltre, in questi 10 anni di crisi, ci siamo quindi concentrati sulla vivibilità, sul miglioramento di aree pubbliche, di piazze, di aree verdi e sportive».

Il Sindaco Marco Filippeschi ha ringraziato l’architetto Pasqualetti e tutti quelli che hanno contribuito a questo progetto. “La mostra è riuscita ad avere una grande visibilità e un grande impatto. Il catalogo che viene presentato oggi è bello, ricco di foto, tradotto anche in inglese. Ha un importanza strategica perché quello che si dimostra con le foto, con i dati, e con il numero degli investimenti (430 milioni totali) è un punto di partenza per chi verrà dopo».

Al termine della presentazione sono stati ringraziati gli sponsor che hanno reso possibile la mostra, e a tutti è stato regalato un catalogo: Nord Engineering S.r.l., Pisamo, Toscana Energia, Acque, Pisamover, Geofor, Banca di Pisa e Fornacette, Euroambiente, Impianti industriali, Iteci, Pisa Sporting Club, Braccianti edilizia, City green light, CTT, Data access, Met, Avr, Boni e Scarpellini, CLC società cooperativa, Co.ge.ser, Consorzio bonifica 4, Consorzio pisarum, Del debbio, Forti holding, Gambini costruzioni, Pannocchia e cantini, Farmacie comunali, Tirrenica mobilità, Ediltecna, Del Prete, N.m srl, Masini costruzioni

La mostra “Pisa at Work”, allestita tra Logge di Banchi, lo spazio espositivo Sopra le Logge e l’atrio di Palazzo Gambacorti, è visitabile fino al 28 gennaio, con orario 9-19 dal lunedì alla domenica.

By