Vicini ad una svolta per l’ex casa dello studente in Via Paradisa

PISA – Forse ci siamo. Gli studenti a breve potrebbero avere 500 posti in più. Infatti l’assessore alle politiche giovanili Paola Ciccone in consiglio comunale ha  affermato che la soluzione al problema di Via Paradisa è in via di risolvimento.

“E’ possibile prefigurare un accordo tra Inail (l’ente proprietario) e Ardusu (l’Azienda regionale per il Diritto allo studio Universitario) per gli immobili di Via Paradisa, cioè per oltre 500 posti letto suddivisi in tre palazzine. Dalle informazione assunte l’accordo prevede la locazione degli immobili ad Ardsu per un periodo lungo, ad un costo sostenibile rispetto alle possibilità di bilancio della stessa Ardsu e, infine, lo scomputo dei costi di manutenzione straordinaria dai costi di locazione”.

Le tre palazzine di via Paradisa furono utilizzate per otto anni come alloggi per studenti grazie proprio ad un accordo tra l’Azienda per il diritto allo studio e l’Inail. Poi la chiusura per inagibilità causata dai gravi difetti di qualità costruttiva e dagli alti costi di gestione conseguenti.

Un mese fa si erano interessati alla vicenda delle palazzine di Via Paradisa tre consiglieri con un’interpellanza presentata in Consiglio Comunale. Ad occuparsene furono Carmine Zappacosta, primo firmatario del PD,  Carlo Scaramuzzino di SEL e Maurizio Bini di RC, che in politica non la pensano proprio allo stesso modo.

You may also like

By