Villaggio scolastico di Pontedera, con un video idee e proposte

PONTEDERA – Con un video, gli studenti danno il via al processo partecipativo per il progetto di miglioramento del villaggio scolastico di Pontedera.

L’idea, nata dal liceo Montale, è stata sostenuta ed approvata dall’Autorità regionale per la partecipazione (rinnovata – lo ricordiamo – con la legge regionale 46 del 2013), e ha coinvolto 5 mila studenti, che realizzando un video hanno fatto emergere criticità, positività e idee sul futuro del plesso scolastico. Un’area urbana interamente dedicata agli studenti, contatto tra scuole diverse, bar e punti di ristoro, spazi verdi. Questi alcuni degli aspetti positivi apprezzati dagli studenti di diverse scuole superiori di Pontedera nel giudicare il loro villaggio scolastico. “Siamo partiti – ha spiegato il professor Marco Mannucci – dal conoscere l’oggetto, cioè il villaggio e le sue carenze, per proseguire con la fase immaginativa con le idee e concludere con il progetto”. Tra le criticità emerse nel video ci sono mancanza di servizi, desolazione, scarsa illuminazione e assenza di sicurezza e di controlli nel pomeriggio quando il complesso sembra una città fantasma, strutture sportive insufficienti, cancelli che limitano la libertà dei ragazzi. I giovani si sono espressi anche con proposte concrete come la possibilità di sfruttare al meglio le strutture presenti rimodernizzandole e abbellendole con murales, l’idea di adibire un’aula per lo studio pomeridiano, creare una zona per suonare e ascoltare la musica, eliminare i cancelli per creare un’unica recinzione che “abbatta non solo le barriere fisiche, ma anche quelle pregiudiziali tra scuole diverse”. Il video è stato presentato a palazzo Panciatichi, all’Autorità regionale per la promozione e la garanzia della partecipazione, composta dai professori Giovanni Allegretti, Ilaria Casillo, Paolo Scattoni. Da Ilaria Casillo l’invito ai giovani studenti a non fermarsi, ad andare avanti, a seguire il progetto, ad approfondire. Mattia Belli, consigliere comunale di Pontedera ha espresso apprezzamento per la partecipazione, l’interesse e la passione che gli studenti hanno messo in questo progetto.

By