Vincenzo Vivarini: “Pisa squadra compatta e ben messa in campo. Dovremo giocare con umiltà”

PISA – Nonostante l’amarezza per la serie B sfumata dopo lo scandalo scommesse mister Vincenzo Vivarini ha deciso di ripartire anche quest’anno con il Teramo. Gli oltre 500 abbonamenti e l’entusiasmo per aver già azzerato la penalizzazione arriva proprio alla vigilia del recupero di campionato con il Pisa che oggi scenderà in campo al “Bonolis”.

“Iniziamo a stare abbastanza bene – esordisce Vivarini – quindi credo che riusciremo a sopportare queste tre partite a livello fisico senza subìre troppi scompensi. Sono abituato a cambiare poco quando si vince, dopo la prima partita l’ho fatto per conoscere meglio il gruppo e poi non eravamo in condizione. Ora dobbiamo capire come servire i nostri attaccanti perché hanno caratteristiche diverse rispetto allo scorso campionato e poi mi attendo una maggior dose di cinismo e determinazione”.

Il tecnico parla anche dei singoli: “Paolucci? Lo conoscevo già, l’ho voluto proprio perché ha in sé le caratteristiche di mezzala come intendiamo noi, ma deve crescere tanto sotto l’aspetto mentale e fisico. I dualismi in squadra non devono creare problemi, ma favorire un miglioramento costante e progressivo. Calvano? Anche lui ha le peculiarità giuste d’inserimento, mentre Di Paolantonio è un ricamatore di gioco, più portato a fare possesso palla, ma dovrebbe essere più efficace in zona gol. Petrella? Difficile non dare continuità a Mirco, ma da lui mi aspetto una crescita dal punto di vista della rabbia e della personalità”.

Vivarini si sofferma anche sul Pisa. “E’ una squadra importante, seconda in classifica, molto differente per tipologia rispetto ad un anno fa, con una rosa di spessore soprattutto davanti. Tatticamente sta molto bene in campo, con una compattezza che le permette di aggredire bene la palla. Noi dovremo rimanere concentrati cercando di affrontarla con la massima umiltà, dando continuità all’aspetto mentale”.

Fonte: tratto dal sito ufficiale del Teramo Calcio

By