“Vincere bisogna”, il Pisa Sc si unisce ai festeggiamenti del Capodanno Pisano

PISA – In occasione della gara interna con la Carrarese il Pisa Sporting Club farà suo il motto della Magistratura dei Mattaccini per una serata che unirà il calcio alla storia della nostra città.

Il match con i gialloblù andrà infatti in scena nella notte che precede il Capodanno Pisano: ogni 25 marzo, infatti, Pisa festeggia l’arrivo del nuovo anno secondo il cosiddetto calendario pisano, o stile dell’Incarnazione al modo pisano, o ancora semplicemente stile pisano. Un calendario che faceva iniziare l’anno il giorno 25 marzo (festa dell’annunciazione della Vergine Maria secondo il calendario liturgico), anticipandone di nove mesi e sette giorni l’inizio rispetto allo “stile moderno” o “stile della Circoncisione”, ancor oggi in uso, ma soprattutto un calendario rimasto in vigore, in gran parte delle terre appartenenti alla Repubblica di Pisa, fino al 1749.

Inoltre l’anno che verrà sarà anche quello del 450esimo anniversario del Gioco del Ponte, la più importante manifestazione storica della nostra città. E allora, per celebrare degnamente questo doppio appuntamento storico, il Pisa Sporting Club sancirà un gemellaggio con la Magistratura del Mattaccini, quella nei cui confini posa l’Arena Garibaldi Stadio Romeo Anconetani. Un modo per aprire il più possibile il sodalizio nerazzurro al Gioco del Ponte e alla sua incredibile ed affascinante storia.

I combattenti con la cotta bianco, celeste fior di pesco accoglieranno le squadre in campo accompagnando tutto il cerimoniale pre-gara. E per il pubblico dell’Arena si tratterà di una speciale anteprima dello spettacolo pirotecnico che inizierà sui lungarni pochi minuti dopo il fischio di chiusura del match con la Carrarese.

Uno spettacolo al quale tutta la tifoseria nerazzurra è ovviamente invitata!

By