In vista delle prossime elezioni comunali Liberi e Uguali chiederà un confronto pubblico con le forze politiche democratiche della città

PISA – E’ immaginabile una città come Pisa amministrata dalla destra a trazione leghista? Quest’ultima è molto lontana dalla maggioranza dei voti e al massimo riconferma il suo tradizionale bacino, di poco superiore al 30%, ma al ballottaggio anche senza maggioranza potrebbe spuntarla e consegnare Pisa alla destra.

Noi riflettiamo su questo possibile scenario politico e sociale e vediamo la possibile affermazione nella nostra città di politiche di esclusione, demagogia, razzismo e il trionfo, attraverso questa demagogia, di una politica conservatrice, del privilegio a favore dei soliti pochi. E’ compatibile questa destra con una città nella quale prevalgono i sentimenti democratici, che ha bisogno di forti politiche sociali, di inclusione, di sicurezza sociale e nella vita collettiva? Nella quale sono forti i sentimenti di difesa e attuazione della Costituzione?

In vista del voto per le amministrative della prossima primavera, il coordinamento comunale di Liberi Uguali dopo l’assemblea di venerdì 9 sera presso l’auditorium della Sesta porta si fa interprete di questa forte preoccupazione e intende intraprendere tutte le possibili iniziative.

Chiederemo a tutte le forze politiche democratiche un’occasione di incontro e di confronto, trasparente e serio, in forma pubblica, pur nella diversità delle posizioni, sempre però alla ricerca di tutte le possibili convergenze e con il proposito di promuovere un’autentica alternativa democratica per il governo della nostra città. Il tempo è poco, ci muoveremo sin da subito e ci attendiamo di suscitare un dibattito vero nella società civile, di lavoro e di cultura, che a Pisa è attiva e consapevole.

Fonte: Liberi e Uguali

By