Visto dagli spalti: Pisa – Nocerina

“In questo mondo che ormai è solo marcio Romeo unico simbolo del nostro vero calcio” E’ così che inizia la gara Pisa Nocerina,con questo bellissimo striscione che i ragazzi della Nord dedicano al Presidentissimo Romeo Anconetani, nell’anniversario della sua scomparsa (3 novembre 1999) affinchè sempre e comunque non si esaurisca il ricordo di chi ha fatto di Pisa una piazza calcistica importante.
Contrariamente alle previsioni la giornata è piuttosto calda, sebbene un cielo plumbeo minacci continuamente pioggia. Il campo appare in ottime condizioni, sugli spalti tanti tifosi nerazzurri ed una curva Nord agguerrita e decisa a farsi sentire per aiutare la propria squadra in questa ennesima sfida. Nella sud invece pochi i tifosi avversari circa 150 i supporters della Nocerina che stranamente tuttavia si fanno sentire poco o quasi per niente, forse ancora infastiditi dalla cocente sconfitta del precedente turno di campionato, contro la rivale di sempre la Paganese.
Inizia la gara e tutto l’ambiente è surriscaldato un pò per la ghiotta posta in palio che potrebbe far schizzare il Pisa in vetta alla classifica (Frosinone permettendo) un pò perchè il Pisa parte agguerrito più che mai. Non si contano le azioni che nel giro di 30 minuti i ragazzi di Mister Pane producono, ma Aldegani il portiere della Nocerina, con grande esperienza argina questa marea nerazzurra. Alla fine del primo tempo c’è grande entusiasmo sugli spalti perchè il Pisa domina e il goal non può essere lontano. Difatti inizia il secondo tempo e al 9′ minuto è l’ instacabile Benedetti che crossa una perfetta palla per la testa del solito Buscè che sceglie il secondo palo e realizza la tanto attesa e meritata rete del vantaggio. Tripudio sugli spalti, tutto lo stadio grida a gran voce il nome del realizzatore della rete, un Antonio Buscè sempre più protagonista di questo gruppo, che sta donando la sua esperienza e classe alla causa nerazzurra. Ma la Nocerina che fino al momento era stata a guardare senza mai davvero farsi pericolosa, ha un asso nella manica, o meglio due assi da giocare che portano il nome di Schetter ed Evacuo. Impossibile non ammettere che la partita cambia fisionomia proprio dal momento in cui questi due giocatori entrano in gara, ma il Pisa non si arrende e nel tentativo di contenere la forza offensiva avversaria, c’è ancora spazio per realizzare in contropiede, azioni pericolose, che tuttavia non portano al tanto desiderato raddoppio. A fortificare l’azione di gioco della Nocerina si è aggiunto almeno per buona parte del secondo tempo, un arbitraggio davvero a senso unico, visto che sono state numerose le punizioni non assegnate ai nerazzurri, e troppe le sviste che hanno sicuramente incentivato la corazzata Nocerina a farsi avanti alla ricerca del pareggio. Una serie di cori dagli spalti dell’Arena contro l’arbitro accompagnano quindi gli ultimi minuti di gara e così quando lo stesso dichiara che sono sei i minuti da recuperare, è impossibile non farsi prendere da una crisi di nervi, perchè la stanchezza dei nerazzurri iniziava ad essere evidente a tutti, mentre la Nocerina era molto determinata e agguerrita, ma soprattutto perchè nessun episodio particolare si era verificato nel corso del secondo tempo da giustificare così troppi minuti concessi. Solo 4 i minuti in cui il Pisa ha retto all’offensiva avversaria, poi un contropiede fatale trova la nostra retroguardia impreparata e il goal del pareggio arriva grazie al subentrato Russo. Festa sulla panchina traballante di Mister Auteri a contrapporsi invece alla grande delusione e rabbia in quella nerazzurra e in tutto lo stadio. Ancora una volta, dopo Pisa- Barletta, i nerazzurri sono raggiunti sul finale di una gara gestita questa volta, in modo impeccabile da tutti i protagonisti nerazzurri, i quali hanno dimostrato un attaccamento alla maglia che lascia comunque ben sperare per il futuro. Adesso ci attende la partita di mercoledì contro il Lumezzane in Coppa Italia, per ritrovare la giusta carica e concentrazione in vista della vera sfida al vertice contro la capolista Frosinone.VAMOS PISA!

By