Volterra candidata a Patrimonio Unesco. “Città Etrusche” valorizzate.

Volterra –  Il sindaco di Volterra Marco Buselli, dopo l’incontro del 30 novembre scorso a Perugia, convocato dai Comuni di Perugia ed Orvieto, informa: «Il progetto di candidatura per l’iscrizione delle “Città Etrusche” al Patrimonio Unesco è finalmente ripartito».

«Il lavoro scientifico del professor Torelli ha portato ad una elaborazione avanzata, su cui confidiamo per poter articolare i passi successivi – ha spiegato il primo cittadino della città etrusca – . Il 2018 sarà l’anno decisivo. La candidatura sarà un’occasione per la comunità volterrana per riflettere su sè stessa e sul proprio futuro. “La direzione che abbiamo preso rafforza ulteriormente il legame con le città etrusche, che ci ha già permesso di agganciare un finanziamento da un milione e duecentomila euro per il Museo Guarnacci».

«Un incontro molto produttivo – aggiunge l’assessore alla cultura Eleonora Raspi -, un tavolo di città note per il loro passato etrusco e la sua contemporanea valorizzazione. Il progetto SPUR, fortemente voluto dalla nostra città, e con il quale è nostra intenzione candidarsi come patrimonio Unesco, si concentra sull’essenza della città etrusca intesa nei suoi aspetti architettonici, urbanistici e di produzione; un progetto solido dal punto di vista storico/concettuale, supportato da una prestigiosa commissione scientifica. E’ un onore iniziare il processo di candidatura con città come Perugia, Orvieto e Cerveteri tra le altre, costituendo una rete che mette in luce contemporaneamente le unicità e i punti di forza di ognuna. Un’opportunità che, nel caso di un suo esito positivo, porterà molti valori aggiunti dal punto di vista turistico e culturale al nostro territorio».

Loading Facebook Comments ...
By