Volterra. Enel rinnova 350 metri di linea elettrica interrata

VOLTERRA – Buone notizie sul fronte dei servizi per i cittadini di Volterra: Enel Distribuzione, infatti, ha illuminato di luce nuova il centro città, anche all’interno delle mura, attraverso un’operazione importante e complessa che ha visto l’azienda elettrica rinnovare completamente la linea elettrica interrata che parte dalla cabina in vicolo Lecci e arriva all’impianto di via delle Cetine.

enel

Le squadre operative di Enel Distribuzione hanno effettuato scavi con la massima attenzione per il contesto del centro storico e hanno posato 350 metri di cavi di nuova generazione che consentiranno di garantire un servizio elettrico sempre più continuo ed efficiente.

L’intervento completa le operazioni di restyling del sistema elettrico del centro di Volterra, che erano cominciate nella prima metà del 2015 con il rinnovo tecnologico delle cabine di trasformazione: in particolar modo, l’impianto di via delle Cetine è stato completamente ristrutturato attraverso la sostituzione della componentistica elettromeccanica e l’installazione di sezionatori motorizzati che consentono di telegestire la rete elettrica. Complessivamente, per Enel si è trattato di un investimento economico importante che rientra nel piano di potenziamento del servizio elettrico di Volterra.

I lavori, svoltisi in tempi rapidi, sono stati concordati con la Soprintendenza e con l’Amministrazione Comunale di Volterra, che Enel ringrazia per la collaborazione. In fase di completamento anche il ripristino della sede stradale.

“La collaborazione reciproca – ha detto il Sindaco di Volterra, Marco Buselli – ha facilitato l’esecuzione rapida dei lavori e ha permesso ad Enel di effettuare il rinnovo degli impianti elettrici inserendo elementi di innovazione tecnologica in un contesto urbano di grande pregio artistico e architettonico. Un risultato eccellente per il quale ringrazio tutti coloro, delle strutture tecniche di Enel e dell’Amministrazione Comunale, che si sono impegnati con professionalità e competenza”.

By