Volterra entra a far parte di “Terre di Pisa”

PISA – Con la firma del Protocollo di intesa, avvenuta questa mattina presso la Sala del Maggior Consiglio nel Palazzo dei Priori, Volterra diventa il 34esimo Comune aderente a “Terre di Pisa”: la nuova destinazione turistica, promossa dalla Camera di Commercio di Pisa, che aggrega anche l’Unione Valdera, l’Unione Altavaldera, le Associazioni di Categoria e gli altri soggetti operanti nel settore della valorizzazione delle produzioni artigianali, agricole, della cultura e della promozione turistica.

Si tratta di un passaggio importante che porterà benefici tanto a Volterra che al resto delle “Terre di Pisa”: il marchio ombrello che accomuna, valorizza e promuove l’offerta turistica, artigianale e agroalimentare del territorio pisano, facendo leva sulle specificità storiche, culturali, paesaggistiche, naturali, agroalimentari che hanno maggiori potenzialità di business e di immagine. 

“Terre di Pisa” non è un mero “contenitore” dedicato ai soggetti pubblici e associativi, ma rappresenta una concreta opportunità di fare rete per le oltre 300 imprese, guide turistiche, musei, associazioni aderenti al protocollo, delle quali una trentina volterrane. La nascita del progetto, datata 2016, è infatti frutto della visione di un gruppo di operatori economici che, con il supporto della Camera di Commercio di Pisa, hanno avviato un progetto di marketing del territorio che ha voluto costruire e diffondere una nuova destinazione turistica, basata sull’identità “autenticamente toscana”  del nostro territorio, pensata per distinguersi dalle altre zone della Toscana nel panorama internazionale e, allo stesso tempo, diventare per la regione stessa un nuovo elemento di promozione.

 

Il commento del Presidente della Camera di Commercio, Valter Tamburini

“L’adesione del Comune di Volterra conferma la bontà del lavoro svolto con costanza ed impegno per portare avanti, in modo concreto, una visione unitaria e di lungo termine del turismo che vogliamo avere sulla nostra provincia. Grazie a questa new entry, le “Terre di Pisa” si arricchiscono di un territorio ricco di storia e tradizioni in grado di offrire un’esperienza unica e, soprattutto, autentica ai visitatori. L’autenticità dell’esperienza rappresenta, infatti, uno dei tratti distintivi della destinazione turistica che la Camera ha lanciato due anni fa ed è uno degli elementi sul quale fare leva per catturare l’attenzione del turista.”

 

Attività svolte da Terre di Pisa nel primo semestre 2019

Solo per citare le attività realizzate per e con gli operatori delle “Terre di Pisa” nella prima metà del 2019, si segnalano la partecipazione alla “Borsa del Matrimonio in Italia” a Roma, l’educational tour organizzato per i buyer vino ospiti alla manifestazione internazionale “Buy Wine” di Firenze. A seguire gli operatori hanno partecipato alla fiera “Olio Capitale” di Trieste, alla “Borsa Mediterranea del Turismo” di Napoli e al workshop “Discover Italy” di Sestri Levante. Di particolare rilievo la anche partecipazione al “Vinitaly” di Verona, “Cibus Connect” di Parma e “Tuttofood” di Milano per chiudere poi con la manifestazione pisana legata al vino: “Terre di Pisa – Terre di Vino”. Fondamentale il percorso formativo gratuito offerto alle imprese del comparto turistico-artigianale aderenti al protocollo per far prendere consapevolezza delle bellezze e delle opportunità offerte dal territorio “Conosci le Terre di Pisa”.

By