Week End, la Toscana è in giallo

PISA – La Toscana anche in questo week end rimane zona gialla. È questa la vera notizia. Vediamo che cosa di può fare e cosa no in questo fine settimana appena iniziato.

Spostamenti.

Vietati gli spostamenti in entrata ed uscita dalla regione, salvo per comprovati motivi di salute, lavoro, necessità, o salute. Vietati gli spostamenti verso le seconde case, se fuori regione. E’ sempre consentito il rientro verso la propria residenza, o domicilio.

Confermato il coprifuoco con divieto di spostamento fra le 22 e le 5.

Consentito lo spostamento (max due persone) verso un’altra abitazione (amici o parenti) una sola volta al giorno entro i confini regionali. Sono esclusi dal conteggio i minori di 14 anni e persone con disabilità o non autosufficienti.

Bar e ristoranti

Apertura consentita dalle 5 alle 18. Il consumo al tavolo è consentito fino a un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. 

Dopo le 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. E’ sempre possibile la consegna a domicilio; asporto possibile fino alle 22 per i ristoranti e fino alle 18 per i bar e negozi di bevande al dettaglio.

Esercizi commerciali

Tutti aperti, con gli orari consueti.

Centri commerciali chiusi nei festivi e prefestivi, salvo i servizi di prima necessità (alimentari, tabacchi, farmacie e parafarmacie, edicole).

Musei e sport

Musei, mostre e istituti di cultura aperti nei giorni feriali, con ingressi contingentati.

Piscine, palestre, teatri e cinema chiusi. Sono consentite l’atività motoria e sportiva anche nei centri sportivi e nei circoli all’aperto, esclusi gli sport di contatto. Gli impianti sciistici restano chiusi (fino al 15 febbraio).

Scuola

Le scuole materne, elementari e medie continuano in presenza regolarmente. Le scuole secondarie di secondo grado (superiori) in presenza con il 50% degli studenti.

Concorsi

Restano sospese le prove concorsuali pubbliche e private, ad esclusione dei casi in cui la valutazione sia effettuata in modalità telematica. Dal 15 febbraio sono consentite le prove selettive di pubblica amministrazione, con una partecipazione massima di 30 candidati per ogni selezione

By