Dove può arrivare il Pisa in campionato?

PISA – Dalla salvezza, da raggiungere possibilmente e matematicamente il più presto possibile, al sogno relativo alla disputa dei playoff nel campionato di calcio 2020-2021 di Serie B. Sono questi, da quello minimo a quello massimo, gli obiettivi per chi, magari interessato alle scommesse, si chiede dove possa arrivare il Pisa nel torneo cadetto.

Secondo torneo cadetto di fila per il Pisa

Dopo la promozione dalla Serie C alla Serie B nella stagione calcistica 2018-2019, grazie alla vittoria dei playoff, il Pisa sta disputando il suo secondo torneo cadetto di fila. L’ultima apparizione del Pisa in Serie B, prima della stagione 2019-2020, risale infatti al 2016-2017 quando il torneo si chiuse con la retrocessione del club, di nuovo, nella terza serie professionistica italiana.

Il sogno dei playoff e gli anni d’oro del passato con il Presidentissimo

Sono tanti, troppi gli anni che il Pisa manca dal grande calcio anche a seguito dell’esclusione dai professionisti nel 2009 con la conseguente ripartenza, nella stagione calcistica 2009-2010, dal campionato di calcio di Serie D. Rivedere il Pisa di nuovo nella massima serie nazionale significherebbe per la città e per i suoi tifosi tornare nel calcio che conta dopo gli anni d’oro dal 1981 al 1991, un decennio che fu caratterizzato dalla disputa di ben sei campionati di calcio di Serie A e di ben quattro promozioni dal torneo cadetto. 

Il più recente periodo d’oro del Pisa corrisponde a quello sotto la gestione di Romeo Anconetani, detto il ‘Presidentissimo’, che per anni ha fatto sognare un’intera città. Nella storia del Pisa, infatti, Romeo Anconetani è stato senza ombra di dubbio il presidente di maggior successo, ed era noto, tra l’altro, pure per i suoi gesti ed atteggiamenti scaramantici. Prima di ogni gara del suo Pisa, infatti, Romeo Anconetani era solito spargere sale in campo. 

Prima della gestione Anconetani, invece, per rivedere il Pisa nel campionato di calcio di Serie A bisogna tornare indietro alla stagione 1967-1968 quando la squadra fu promossa chiudendo il torneo di Serie B al secondo posto. Ma nel 1968-1969 la Serie A durò solo una stagione in quanto, il 15esimo posto finale in campionato, valse la retrocessione ed il conseguente ritorno tra i cadetti.

I colori nerazzurri del Pisa accomunano nella passione un’intera città

Il Pisa è un club dalla lunga storia e dalla lunga tradizione calcistica essendo stato fondato nel 1909, ovverosia ben 112 anni fa. Con i colori nerazzurri che accomunano nella passione per il calcio un’intera città con la determinazione e la voglia di vincere dei suoi atleti in campo. 

Dove può arrivare il Pisa, la salvezza prima di tutto

Tornando a questa stagione in Serie B, pur tuttavia, la salvezza per il Pisa è la cosa più importante, e quindi quello del playoff se dovesse restare un sogno non si tratterebbe in ogni caso di un fallimento. Quello cadetto è infatti un torneo difficile, e quindi è necessario costruire delle basi solide per poi magari ritagliarsi uno spazio ancor più importante nel campionato di calcio 2021-2022 di Serie B.  

By