Xavier Jacobelli sulla situazione societaria del Pisa: “Abodi ha fatto bene a farsi garante. Nessuno potrà più giocare a carte coperte”

PISA – A “Il Nerazzurro” di Massimo Marini, è intervenuto telefonicamente, il giornalista del Corriere dello Sport, Xavier Jacobelli  il quale ha espresso il suo parere riguardo ad un possibile passaggio di proprietà del Pisa.

di Maurizio Ficeli

“L’importante è che ci sia chiarezza e soprattutto che si capisca chi davvero voglia comprare il Pisa, come si vuole sistemare ad esempio la situazione dei dipendenti. Abodi, a mio avviso, ha fatto bene a farsi garante, ora nessuno potrà più giocare a carte coperte. Arrivati a questo punto – aggiunge ancora Jacobelli – a Gattuso ed ai giocatori nerazzurri interessa quale futuro possa avere la loro società, tra l’altro la squadra si sta comportando con onore”.

Riguardo all’intenzione o meno di vendere da parte dell’attuale proprietà, il giornalista del Corriere dello Sport afferma :”Io credo che i Petroni hanno tutto l’interesse a risolvere questa situazione, c’è bisogno di chiarezza, con certe situazioni societarie, da altre parti, si sarebbe sfaldato tutto, a Pisa questo non è successo e ciò va a merito di Gattuso e dei giocatori”.

Approfittando della presenza in studio di Adolfo Anconetani, Xavier Jacobelli esprime un ricordo su Romeo Anconetani: “Ho un ricordo straordinario del Presidentissimo, tra l’altro tempo fa incrociai un tifoso del Pisa il quale riferendosi alle attuali vicende del Pisa mi disse che se ci fosse stato Romeo, certe cose non sarebbero mai accadute”.

Jacobelli infine ipotizza sui tempi di un passaggio societario: “Entro metà novembre si dovrebbe sapere tutto, basta che non si vada oltre. Il Pisa per tutti i pisani è simbolo di una identità collettiva che va rispettata”.

By