Ziello attacca Serfogli su mancata vigilanza del patrimonio comunale

PISA – Il Deputato e Segretario di Pisa della Lega, Edoardo Ziello denuncia l’assenza del servizio di vigilanza, di competenza del Comune di Pisa, sugli edifici scolastici e su alcuni plessi artistico-monumentali, attaccando il candidato a sindaco del Centrosinistra, Andrea Serfogli.

“Come è possibile che tutte le scuole di competenza del comune di Pisa siano rimaste prive per tre mesi del servizio di vigilanza privata? – prosegue Ziello – Il candidato a sindaco del centrosinistra, Andrea Serfogli, nonché assessore al patrimonio uscente sapeva bene che l’appalto sulla vigilanza sarebbe terminato entro il cinque marzo, ma irresponsabilmente, ha omesso di prorogare il servizio, come era invece nelle facoltà del comune ai sensi dell’art. 5 punto 3 del contratto che legava l’Ente con il soggetto erogatore.
Il contratto dava la possibilità all’istituto di vigilanza, che si era visto antecedentemente affidare il servizio, di proseguire l’attività per il tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure necessarie per l’individuazione di un nuovo soggetto erogatore. Evitando di prorogare il contratto si è inevitabilmente esposto il patrimonio comunale al rischio di intrusioni, furti, danneggiamenti e occupazioni abusive.
Serfogli si rende conto che dal cinque marzo ad oggi, ma probabilmente per almeno un altro mese, tutte le scuole del Comune di Pisa, ma anche numerosi edifici importanti, come la Chiesa di Santa Maria della Spina, ubicata in Lungarno Gambacorti , il Fortilizio della Cittadella e la Torre Guelfa, ma anche gli Arsenali Repubblicani ubicati in Lungarno Ranieri Simonelli, il polo Museale SMS e la Biblioteca Sms alle Piagge, sono privi del servizio di vigilanza ? Il servizio di sorveglianza veniva svolto 24 ore su 24 ma risulta essere fondamentale nel periodo notturno in cui non ci sono neppure gli agenti della polizia municipale che possono sopperire ad eventuali necessità di pronto intervento.
Per un appalto da € 37.698,00 ( atto di determina N. DD-15°/331 del 27.03.2018 pubblicato all’Albo Pretorio del Comune di Pisa il giorno 08.05.2018 codice identificativo 1569954 ) il Comune di Pisa si è esposto a danni economici che superano notevolmente il valore economico del servizio.
A seguito di tutto ciò mi chiedo: come fa Andrea Serfogli a candidarsi a fare il Sindaco se non sa fare neppure l’Assessore ? Egli dovrebbe gestire il patrimonio comunale con attenzione e cura dei particolari, stimolando dirigenti e funzionari, prestando la massima attenzione alla tutela del patrimonio.
Inoltre, da poche settimane è stato inaugurato il Centro Espositivo SMS in San Michele degli Scalzi, con un’importante mostra, denominata“ Pisa città della ceramica”, tuttora in corso e dove sono esposte creazioni di importanza storica, ma soprattutto di alto valore economico. Tale mostra è stata protetta da specifica polizza assicurativa che prevede la protezione dell’immobile e delle aree della mostra tramite un impianto di allarme antifurto collegato ad un istituto di vigilanza che deve garantire il pronto intervento in caso di segnalazione di intrusione durante l’orario di chiusura del centro espositivo. Orbene, l’Ufficio Cultura si è accorto soltanto in occasione dell’inaugurazione che anche questo immobile comunale era privo del servizio di vigilanza ma soprattutto non funzionava il sistema di allarme per un guasto che non era stato riparato dal 06.03.2018 al 05.05.2018 perché non era stato ancora affidato l’appalto alla ditta aggiudicatrice.
Ad oggi mi risulta che l’ Ufficio Cultura abbia dovuto fare un affidamento temporaneo ad un istituto di Vigilanza diverso dall’aggiudicatario della nuova gara sulla vigilanza perché in 3 mesi non sono stati in grado di attivare un servizio di sorveglianza obbligatorio per una Mostra così importante.
Ricordo che tutte le scuole del Comune di Pisa sono soggette a scarsa manutenzione che ha comportato la non agibilità di molte aule e alla limitazione delle iscrizioni (vedi caso scuola Nicola Pisano), favorendo in questo modo le scuole private a danno di quelle pubbliche”, conclude il Segretario e Deputato della Lega di Pisa, Edoardo Ziello.

By