Zona stazione. Lunedì partono i lavori per il potenziamento di luci e videosorveglianza

PISA – Sicurezza in zona stazione: parte lunedì l’intervento che prevede il potenziamento dell’illuminazione di Viale Bonaini e un nuovo impianto di videosorveglianza in Viale Gramsci con dieci nuove telecamere ad alta risoluzione.

Un investimento di 150mila euro possibile grazie al cofinanziamento Regione-Comune. La ditta che si è aggiudicata i lavori è la ETS Impianti Srl di San Miniato. “E’ un intervento molto importante che affianca le altre iniziative già intraprese come l’aumento dei controlli, l’ordinanza antidegrado e gli interventi per il decoro urbano – sottolinea il Sindaco Marco Filippeschi – con la prospettiva del grande intervento di riqualificazione della zona e dei quartieri circostanti grazie al bando ministeriale da 43 milioni di euro che Pisa si è aggiudicata”.

Potenziamento dell’illuminazione di viale Bonaini. Si tratta di un intervento che contribuirà a migliorare le condizioni di sicurezza. Il vecchio impianto sarà rifatto nuovo con un incremento sostanziale della capacità di illuminazione al suolo e degli edifici di via Bonaini. Modifiche al traffico per consentire l’intervento: dal 6 al 10 novembre, dalle 7.30 alle 17, divieto di sosta con rimozione coatta e restringimento di carreggiata su Viale Bonaini dal civico 38 al 108 con cantieri di 40/45 metri al giorno e occupazione di circa 4/5 stalli di sosta per volta. Dall’8 al 10 novembre, con lo stesso orario, divieto di sosta con rimozione coatta e restringimento di carreggiata sempre su viale Bonaini dal civico 2 al 34.

Un nuovo impianto di videosorveglianza con 10 telecamere che permetterà un incremento della risoluzione del 480% (6 volte tanto). In particolare saranno sostituite le sette vecchie telecamere con altrettanti nuovi apparecchi di ultima generazione e in più saranno installate nella zona altre tre nuove telecamere. Le immagini così ottenute potranno permettere la visione in tempo reale di quanto avviene nella zona dei loggiati di viale Gramsci da parte della Polizia Municipale, della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, rimanendo comunque i filmati a disposizione per i successivi 7 giorni.

La nuova qualità delle riprese consentirà di identificare in maniera estremamente più dettagliata gli autori di crimini e comportamenti incivili, con possibilità per gli operatori di polizia di zoomare su dettagli utili alle eventuali indagini. Le sette telecamere già presenti – e che verranno sostituite – saranno di nuovo riutilizzate in altre parti della città.

By